Press "Enter" to skip to content

Posts published in “Business in the Middle East”

Una NATO per il Medio Oriente, patto militare tra arabi e israeliani per “raffreddare l’entusiasmo iraniano”

Nulla fa credere che gli USA hanno abbondonato il Medioriente. Washington dirige l’orchestra procacciando le proprie alleanze (nuove e vecchie) in Medioriente, a partire dalla Turchia che ora non solleva ulteriori veti contro l’ingresso della Svezia e Finlandia nella NATO

La guerra in Ucraina e la corruzione che minaccia il sogno di unirsi all’Europa (e un possibile conflitto israelo-iraniano)

Questa invasione ha impegnato, del livello globale, tutti i mezzi di comunicazione di massa che evidenziano in tempo reale gli sviluppi di questa guerra che interessa in particolare il continente europeo, analizzando anche i possibili effetti negativi sia in Africa sia in Asia compreso il Medioriente

Mosca evita le sanzioni e risparmia soldi e tempo. Sarà l’Iran il nuovo hub strategico per le merci in partenza dal porto russo di Astrakhan sul Mar Caspio

Un accordo che arricchisce tutte le parti - dicono gli analisti mediorientali - evitando sia le sanzioni occidentali che i dazi del Canale di Suez, dimezzando anche i tempi di navigazione in mare

La guida del mondo per mano americana

L'obiettivo dell'esercito
americano non è vincere conflitti così piccoli, ma il vero traguardo si divide in due propositi, il primo
è creare una zona di instabilità permanente in alcune regioni del mondo e il seconda trovare e
impadronirsi temporaneamente di una terra sabbiosa su cui l'esercito americano possa addestrarsi
lontano dagli occhi inconsueti.

Tra continuità e nuove sfide: come si articola la politica estera italiana nel Mediterraneo orientale

I principali capisaldi della politica estera italiana nel cosiddetto "Mediterraneo allargato" tengono conto del quadro più completo dei nostri interessi nell’area, e spiega le preferenze dell’Italia nel tema della politica estera del nostro paese. Per avere idee più chiare bisogna applicare tale quadro per interpretare la posizione italiana nell'attuale crisi del Mediterraneo orientale

Moniti di Biden a Putin e convocazione dell’ambasciatore russo a Mosca

L'amministrazione di Biden ritiene che il ripristino delle normali relazioni tra gli stati petroliferi del Golfo sia stato il risultato di sforzi diplomatici ad alto livello, il più importante dei quali è stata la visita del presidente Vladimir Putin in Arabia Saudita, il tour del ministro degli Esteri Sergey Lavrov nella regione e la celebrata accoglienza dell'emiro del Qatar a Mosca.